Martedì, 28 maggio 2013 – 11:19:00

cervello

La proteina BMP svolge un ruolo cruciale nel determinare la notevole crescita della “sinapsi gigante” del “calice di Held”. A scoprirlo e’ stato un team di ricercatori dell’Ecole Polytechnique Federale de Lausanne. Lo studio, pubblicato sulla rivista Nature Neuroscience, aiutera’ a far luce su numerose patologie neuropsichiatriche. Le sinapsi giganti in questione hanno dimensioni estremamente grandi, si trovano nella parte uditiva del cervello e sono in grado di trasmettere le informazioni sonore tra neuroni con estrema rapidita’, in poche frazioni di millisecondo.

Un ritmo molto piu’ veloce rispetto a quello registrato nella maggior parte dei circuiti neuronali del cervello, dove la media e’ piu’ di dieci millisecondi. Per isolare la proteina responsabile del controllo della crescita delle sinapsi giganti, gli studiosi hanno identificato, attraverso l’analisi dell’espressione genica nei topi, diversi membri della famiglia di proteine BMP tra oltre ventimila possibili “candidati”. La conferma del ruolo importante delle BMP nell’indurre la rilevante crescita delle sinaspi giganti e’ arrivata dopo alcuni esperimenti che hanno permesso di inibire l’espressione dei recettori di queste proteine nella regione uditiva del cervello delle cavie, causando di conseguenza la produzione di sinapsi di dimensioni ridotte e di diversa tipologia: al posto del gigantesco calice di Held, una serie numerosa di sinapsi piu’ piccole. Cio’ dimostra che le BMP non determinano solo il processo di crescita ma attivano anche un meccanismo di selezione. Una scoperta importante dato che alcuni disturbi neuropsichiatrici, come la schizofrenia e l’autismo, si caratterizzano per lo sviluppo anormale della connettivita’ sinaptica in alcune regioni chiave del cervello.